Grottammare, soldi alle famiglie in difficoltà, Manigrasso puntualizza: “La maggior parte dei soldi arriva dallo Stato”

Print Friendly, PDF & Email

GROTTAMMARE – “La maggior parte dei soldi messi in campo dal comune di Grottammare arrivano dallo Stato”. Lo denuncia la consigliera grillina Alessandra Manigrasso riferendosi al progetto “Sosteniamoci” con il quale sono stati stanziati 500mila euro per le persone in difficoltà legata al Covid. “Non è nostra intenzione polemizzare, in maniera rispettosa ci confrontiamo con tutte le proposte che vengono avanzate in consiglio comunale e anche fuori da esso”. La consigliera si riferisce in particolar modo alle dichiarazioni del segretario comunale del Partito Democratico Umberto Pulcini che nei giorni scorsi aveva lodato l’iniziativa definendola una manovra “non scontata”. 

“Pensiamo, anzi siamo sicuri che non sia sfuggito all’attento segretario Pulcini – afferma Manigrasso – che  dei 500 mila euro impegnati per dare sollievo alle famiglie, ben oltre 460 mila sono frutto di trasferimenti dello Stato  (Governo giallo – rosso) ed i restanti sono risorse comunali. Sottolineiamo questi dati perché agli occhi del lettore e dei cittadini sembra che abbiamo a che fare con un governo sordo, insensibile ed inerme alle esigenze delle famiglie e di quanti vivono con difficoltà questo momento. Il merito di tutta questa operazione non va completamente ascritto alla nostra amministrazione comunale, sicuramente attenta e lungimirante  ma va codiviso. Certo l’amministrazione comunale ha fatto la sua parte mettendo su questo fondo un 6/7% della risorsa complessiva ma da informazioni acquisite presso gli uffici, possiamo sostenere che molti contribuenti grottammaresi hanno versato alle casse comunali ciò che dovevano, non accampando nessuna giustificazione che il momento poteva richiedere . Affermiamo ciò ad onor di verità così come sosteniamo ed evidenziamo il senso civico dimostrato dai nostri concittadini”. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA