Monteprandone, domenica arriva Babbo Natale. Ma l’appuntamento sarà solo online

Print Friendly, PDF & Email

MONTEPRANDONE – L’Associazione Centopercento dei commercianti e artigiani di Centobuchi e Monteprandone, organizza per il sesto anno consecutivo, la manifestazione “Natale al Centopercento”.
Domenica 6 dicembre alle ore 15 arriverà, come tutti gli anni, Babbo Natale con a seguito i suoi Elfi e, insieme, si sistemeranno nel loro rifugio di Centobuchi. I bambini potranno seguire l’arrivo di Babbo Natale solo virtualmente sulla pagina Facebook dell’associazione www.facebook.com/AssociazioneCentoperCento.

Anche se non li potranno incontrare, Babbo Natale e i suoi elfi ci saranno e si vedranno davvero spesso per tutto il periodo delle feste e i bambini ci potranno parlare e giocare a distanza, consegnare direttamente la letterina nella cassetta della posta o spedirla via mail.
Video nei negozi del paese, dirette Facebook dal rifugio, tutorial per i laboratori creativi, raccontastorie, letture di letterine, numero whatsapp e per messaggi e videochiamate, porteranno Babbo Natale, la sua squadra di amici e l’intimità del suo rifugio, nelle case di tutti i bimbi.

Il paese sarà illuminato con le tradizionali luminarie, i negozi colmi di idee regalo da acquistare #sottocasa con il servizio di consegna a domicilio.

Le vetrine ospiteranno i preziosi presepi artistici dell’Accademia Italiana di Arte Presepiale di Monteprandone del maestro Giovanni Rosati, la cui tradizionale mostra potrà così svolgersi in maniera itinerante, da Centobuchi a Monteprandone dove verrà allestita la natività a cura della Proloco di Monteprandone.
“Nonostante le difficoltà del momento – spiegano dal direttivo dell’associazione Centopercento – non potevamo mancare all’appuntamento. Tanti momenti di magia ed emozione abbiamo condiviso nel paese negli scorsi anni e abbiamo percepito forte l’attesa per l’evento, soprattutto da parte dei più piccoli, i nostri primi destinatari e purtroppo ora, i più bisognosi di sogni, svago e socialità”.

“Gli obiettivi che hanno ispirato la nascita della nostra manifestazione e della stessa Associazione – aggiunge il presidente Massimo Traini – sono, inoltre, di rilanciare il commercio nel paese e incentivare la spesa nei nostri negozi. Questioni così attuali oggi che ancora di più vogliamo invitare i nostri concittadini a sceglierci per i loro acquisti…Siamo proprio sotto casa”.

La manifestazione del Natale al Centopercento è, come tutti gli anni, patrocinata dal Comune di Monteprandone, sostenuta dalle imprese del territorio ed in collaborazione con Istituto Comprensivo Carlo Allegretti, Proloco Monteprandone, Associazione Segui la Cometa.

“Si rinnova l’appuntamento che da sei anni caratterizza il periodo natalizio a Monteprandone e Centobuchi – dichiarano il sindaco Sergio Loggi e l’assessore al commercio Gianpietro Vallorani – anche se non potremo scendere in piazza ed incontrarci, siamo certi che l’associazione Centopercento riuscirà attraverso una piazza virtuale a regalare ai nostri bambini e ragazzi momenti di divertimento e spensieratezza. Con la collaborazione delle associazioni Segui la Cometa e Proloco Monteprandone, ricreeranno la magia del Natale attraverso l’esposizione di presepi degli allievi dell’Accademia di arte presepiale di Monteprandone, negli esercizi commerciali di tutto il territorio e nel Centro storico. Per questo – proseguono Loggi e Vallorani – non possiamo che essere grati ai nostri commercianti e artigiani e alle aziende che non hanno voluto far mancare il loro sostegno all’iniziativa. A loro va un plauso perché nonostante le difficoltà economiche affrontate tra marzo e aprile con il lockdown e oggi con le restrizioni e le tante nuove regole a cui devono attenersi, hanno sempre saputo reinventarsi e portare avanti il loro lavoro con dignità e maggiore forza, senza dimenticare mai di dare il proprio contributo per mantenere la coesione sociale. I negozi di vicinato, le attività commerciali e le piccole e medie imprese sono la linfa vitale dell’economia del nostro territorio – concludono Loggi e Vallorani – cerchiamo quanto più possibile, ancor di più in questo periodo natalizio, di fare acquisti nei negozi sotto casa. E’ il modo più gentile per dire grazie a chi, in un periodo in cui siamo tutti chiamati alla responsabilità nei comportamenti, come ogni anno, ci regalerà eventi natalizi al Centopercento”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI