Grottammare, lo chalet Noa va all’asta. Base di 1,2 milioni di euro

Print Friendly, PDF & Email

GROTTAMMARE – Va all’asta il Noa, il bellissimo chalet sul lungomare di Grottammare in zona alberghiera, del gruppo Soledil che fa capo al costruttore Raniero Iacoponi. Da qualche giorno è apparso lo striscione di Aste Business, la società di Rovigo incaricata dai liquidatori che si occupano del concordato preventivo della Soledil, su incarico del Tribunale di Ascoli Piceno. Il prezzo stabilito come base d’asta è di un milione 200 mila euro, il bando di prossima pubblicazione sugli appositi siti prevede lo svolgimento della gara entro due mesi. Il prezzo non sarebbe eccessivo se si considera che lo stabilimento balneare, dotato di 80 ombrelloni che con il Covid sono diventati l’estate scorsa 59, con annesso bar e ristorante che può arrivare a 300 coperti, insiste su proprietà privata, quindi fuori dalla direttiva europea della Bolkestein. Solo che il momento è di particolare crisi per il settore, quindi è probabile che la prima asta vada deserta, in attesa che il prezzo possa scendere. Negli ultimi due anni lo chalet è stato gestito, in modo altamente professionale, dall’imprenditrice sambenedettese Antonella Mazza, proprietaria del caffè Glacial della Rotonda di San Benedetto, che dovrebbe rientrare in possesso per l’inizio del prossimo anno del Glacial. Per ulteriori info sull’asta del Noa basta rivolgersi ad AsteBusiness.it telefono 342 0591175 oppure 347 8369808 come viene riportato sullo striscione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI