Covid, il virologo Crisanti: “Lockdown a Natale? Credo sia nell’ordine delle cose”

Print Friendly, PDF & Email

Via via che i casi sono aumentati, la capacità di contact tracing e fare tamponi diminuisce e si entra in un circolo vizioso che fa aumentare la trasmissione del virus”. Lo ha detto a Rai News24 il virologo dell’Università di Padova, Andrea Crisanti, che ha messo in guardia sui rischi della nuova fase dell’epidemia di covid. “Più che misure sui comportamenti occorre bloccare il virus: tra 15 giorni non non vorrei trovarmi a discutere di 10-12mila casi al giorno”, dice Crisanti, secondo il quale un lockdown a Natale sarà inevitabile. “Si potrebbe resettare il sistema, abbassare la trasmissione del virus, e aumentare il contact tracing”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI